DAL 2 AL 9 APRILE è TEMPO DI BIF&ST. UN TRIBUTO DI SIAE A ETTORE SCOLA, PRESIDENTE DEL FESTIVAL
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

DAL 2 AL 9 APRILE è TEMPO DI BIF&ST. UN TRIBUTO DI SIAE A ETTORE SCOLA, PRESIDENTE DEL FESTIVAL

Fino a pochi giorni prima della sua scomparsa, avvenuta lo scorso 19 gennaio, Ettore Scola aveva seguito il programma del Bif&st, di cui era presidente da sei anni. Ma anche per l’edizione 2016, che si terrà dal 2 al 9 aprile (il programma sarà on line sul sito del Festival a partire dalle ore 14 del 18 marzo), sarà lui a presiedere idealmente il Bari International Film Festival, la manifestazione ideata e diretta da Felice Laudadio, promossa dalla Regione Puglia presieduta da Michele Emiliano e prodotta dall’Apulia Film Commission.

Il tema di quest’anno è Scola-Mastroianni 9½. C’eravamo tanto amati: i due collaborarono in nove film, che verranno presentati l’uno dopo l’altro. Sarà inoltre istituito il Premio Ettore Scola per il miglior regista di opera prima o seconda che verrà assegnato, insieme ai Premi Gabriele Ferzetti e Mariangela Melato per il cinema per il migliore attore e la migliore attrice, dalla giuria del pubblico.

A inaugurare il festival al Teatro Petruzzelli il 2 aprile Che strano chiamarsi Federico, l’ultimo film di Scola, dedicato a Fellini.

La Società Italiana degli Autori ed Editori, cui il grande regista era associato, promuove il Tributo a Ettore Scola, un fitto palinsesto che prevede conversazioni e incontri con grandi nomi del cinema italiano sulla figura e sulla personalità del Maestro, la proiezione dei suoi film, materiali documentari provenienti dagli archivi di RAI Teche e della Casa del Cinema di Roma.

Al Tributo SIAE sarà dedicata una pubblicazione in edizione limitata con contributi e immagini che ripercorrono la significativa vicenda artistica del regista di pellicole miliari nel cinema italiano, da C’eravamo tanto amati a Brutti sporchi e cattivi a La famiglia.

Related