Da Libriamoci a Scriviamoci, tutte le iniziative per invitare i ragazzi alla lettura
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Da Libriamoci a Scriviamoci, tutte le iniziative per invitare i ragazzi alla lettura

Rendere virale la lettura: è questo l’obiettivo di “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole”, l'iniziativa in programma dal 26 al 31 ottobre. La grande novità di quest’anno è il progetto “Da Libriamoci a Scriviamoci”, promosso dal Centro per il libro e la lettura e da SIAE, che si concretizzerà nel coinvolgimento di scrittori famosi e di personaggi noti che saranno presenti nelle scuole con letture ad alta voce, nella promozione dei prodotti editoriali di qualità con la creazione del portale www.libriamociascuola.it (all’interno del quale gli addetti ai lavori possano segnalare incontri, progetti, eventi, festival e tutto ciò che rende il libro anche un simbolo di aggregazione e di confronto) e nel concorso “Vinci il tuo scaffale”, che mette in palio cento scaffali contenenti materiali di lettura aggiornati e di qualità.

“I libri sono strumenti tangibili per trasmettere un patrimonio intangibile, ma estremamente prezioso, frutto della creatività degli scrittori ma anche dell’impegno degli editori, che svolgono un ruolo cruciale all'interno dell'industria dei contenuti. E’ fondamentale che i ragazzi siano educati fin da piccoli al piacere della lettura” ha dichiarato Filippo Sugar, presidente designato SIAE.

SIAE ha deciso di destinare al progetto un contributo di 250.000 euro provenienti dai diritti derivanti dalla reprografia, giacenti e prescritti. Con il suo supporto, la Società degli Autori ed Editori vuole dare all’iniziativa la possibilità di esplicare tutte le sue potenzialità, di raggiungere in modo omogeneo tutto il territorio nazionale, di avviare un’azione davvero strategica per la crescita del Paese investendo sui giovani e sul loro sviluppo, di sostenere inoltre la filiera editoriale e il mondo del libro in tutte le sue componenti (autori, editori, illustratori). Considerata la particolare congiuntura in cui si trovano le scuole pubbliche, i testi acquistati con il contributo di SIAE saranno destinati esclusivamente ad istituti pubblici. Una parte della somma sarà utilizzata inoltre per l’acquisto di testi che facciano conoscere agli studenti il diritto d’autore, la cui cultura è importante che venga alimentata sin dall’età scolare, e di libri che introducano all’educazione musicale, teatrale, cinematografica, radiotelevisiva e delle arti figurative.

Related