Cultura: nasce il Forum Italia-Cina
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Cultura: nasce il Forum Italia-Cina

Rafforzare la cooperazione bilaterale in ambito culturale: è il risultato dell'accordo siglato ieri a Pechino dal ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini e dal ministro della cultura della Repubblica Popolare cinese, Luo Shugang. E’ una piattaforma operativa per far crescere le collaborazioni tra musei, teatri, fondazioni, grandi festival, ma anche per favorire scambi di esperienze e tecnologie nella tutela e nel restauro dei beni culturali, nonché nella promozione delle coproduzioni cinematografiche.

"E' uno strumento che mancava e che saprà rispondere alle tante attese che il mondo culturale cinese ripone nel nostro Paese -  ha commentato Franceschini, in visita istituzionale di due giorni a Pechino - Abbiamo gettato le basi per una collaborazione culturale e turistica a tutto campo. Il forum - ha concluso il ministro - servirà a cementare i sentimenti di amicizia e di reciproca ammirazione proseguendo quel rapporto millenario iniziato da Marco Polo e Matteo Ricci".

Il ministro Franceschini ha inaugurato inoltre il nuovo ufficio di rappresentanza dell'audiovisivo italiano, aperto in collaborazione con Anica, nell'ambito del progetto di internazionalizzazione dell'audiovisivo italiano, presso l'ufficio Ice nella capitale cinese.

"Il mercato dell'audiovisivo in Cina, e in particolare quello del cinema - ha detto Franceschini - continua a crescere e si avvia a essere il più importante al mondo, avendo quest'anno superato per spettatori gli Stati Uniti. L'Italia non poteva permettersi di non essere presente in un mercato che tra cinque anni rappresenterà il 50% dei ricavi mondiali del cinema. L'ufficio di rappresentanza dell'audiovisivo italiano aiuterà le produzioni cinesi a investire in Italia e sosterrà i produttori italiani nei loro investimenti in Cina".

Related