Coproduzioni: Locarno lancia Alliance for Development
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Coproduzioni: Locarno lancia Alliance for Development

Dopo il successo del progetto pilota del 2015, quest’anno il Festival di Locarno, che si svolgerà dal 3 al 13 agosto, presenta la prima edizione di Alliance for Development, nata nell’ambito dei Locarno Industry Days con l’obiettivo di incoraggiare e sviluppare le coproduzioni tra Francia, Italia e Germania. L’iniziativa è supportata dal Mibact per l’Italia, dal Cnc (Centro Nazionale del Cinema) per la Francia e da FFA (German Film Board) per la Germania. La Svizzera, naturale partner coproduttivo di questi tre Paesi, sostiene l’appuntamento attraverso il Foc (Federal Office of Culture).

Alliance for Development è una piattaforma che vuole incoraggiare le coproduzioni di progetti che offrono la possibilità di sviluppare dei partenariati sul piano creativo e finanziario. Regista e produttori dei progetti selezionati avranno la possibilità di presentarli a Locarno grazie a un programma di incontri personalizzati con potenziali partner (co-produttori, finanziatori, venditori internazionali e distributori), ma anche grazie alle diverse attività di networking. L’iniziativa si rivolge anche ai professionisti provenienti da altri Paesi, interessati a investire nei progetti come partner produttivi o distributivi.

Questi i progetti selezionati: Controvento di Massimiliano Zanin, prodotto da  Federico Lami, Wave srl (MiBACT – Cnc); Hope di Ivan Cappiello, prodotto da Luciano Stella, MAD Entertainment (Mibact-Cnc); Samia, prodotto da Simone Catania, Indyca srl (Mibact-FFA); Scelsi, le premier mouvement de l'immobile di Sebastiano d’Ayala Valva, prodotto da Nicolas Lesoult, Les Films de la Butte (Mibact-Cnc); Elisabeth di Guido Chiesa, prodotto da Marie Gutmann, Méroé Films (Mibact-Cnc); La Nuit Allemande di Claus Drexel, prodotto da Florent Lacaze, Daisy Day Films (Cnc-FFA); Genosse Stalin saved my life di Kamila Kubiak, prodotto da Nicole Ringhut, Belle Epoque Films GmbH (FFA-Cnc); Children of the Ice di Stefano Lodovichi, prodotto da Jakob Weydemann, Weydemann Bros (FFA-Cnc); The Guard di Giulio Ricciarelli, prodotto da Oliver Schütte, tellfilm Deutschland UG (Mibact-FFA).

Related