CONCORSO ROBERTO GAVIOLI PER I DOCUMENTARI SUL LAVORO: FINO AL 31 LUGLIO C’è TEMPO PER ISCRIVERSI
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

CONCORSO ROBERTO GAVIOLI PER I DOCUMENTARI SUL LAVORO: FINO AL 31 LUGLIO C’è TEMPO PER ISCRIVERSI

Sono aperte fino al 31 luglio le iscrizioni per partecipare gratuitamente alla decima edizione del concorso nazionale “Roberto Gavioli”, nato con l’intento di valorizzare l’apporto del cinema documentario nella rappresentazione di aspetti centrali del presente, con particolare riferimento al mondo del lavoro (industria, ambiente e sicurezza) attraverso linguaggi sperimentali.

Organizzato da Fondazione musil, Fondazione ASM e Associazione italiana formatori ed operatori della sicurezza sul lavoro (AiFOS), il concorso ha visto lo scorso anno quasi 40 candidature, provenienti da case di produzione e videomaker di tutta Italia. Le sette opere finaliste hanno fornito un quadro del mondo del lavoro dall’artigianalità alla logistica, dalla cooperazione internazionale al mondo della finanza, dalle storie di industrie di ieri alla documentazione delle nuove professioni. Tutti i film entreranno a far parte dell'archivio del musil e possono essere riutilizzati a fini didattici o di documentazione storica nell’ambito dell’attività del museo.

Il bando è consultabile sul sito ufficiale dove è possibile iscriversi compilando la scheda e inviandola a concorsogavioli@musilbrescia.it.

Una giuria composta da Gian Piero Brunetta, René Capovin, Nino Dolfo, Ruggero Eugeni, Gian Luca Farinelli, Alessandro Lombardo, Franco Piavoli, Pier Paolo Poggio, Sergio Toffetti, Flavio Vida, Rocco Vitale assegnerà al vincitore, che verrà proclamato a novembre, un premio di 1.500 euro.

Nella foto il documentario vincitore del bando nel 2016: Il successore di Matteo Epifani

Related