C’era una volta Sergio Leone, una mostra per ricordare un mito assoluto del cinema
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

C’era una volta Sergio Leone, una mostra per ricordare un mito assoluto del cinema

Conosciuto in tutto il mondo come colui che ha reso leggendario il racconto filmico della storia di miti come il West o l'America, oggi è diventato lui stesso mito attraverso la mostra in suo onore, “C’era una volta Sergio Leone”, ospitata all’interno dell’Ara Pacis di Roma fino al 3 maggio 2020. Un viaggio multisensoriale attraverso l’universo del regista per conoscere la lavorazione dei suoi film di culto, ma anche la sua vita e la sua formazione.

Proposta dalla Cineteca di Bologna, prodotta e curata in collaborazione con la Cinémathèque Française e l’Istituto Luce Cinecittà con il contributo di SIAE, la mostra include nel suo percorso anche una retrospettiva e la pubblicazione del volume "La rivoluzione Sergio Leone", a cura di Christopher Frayling e di Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna che lavora da anni sul cinema di Leone, con i restauri dei suoi film.

Attraverso materiali straordinari, la mostra offre l'occasione di ripercorrere la filmografia e il lavoro di questo grande maestro. Si passa dal poncho di Clint Eastwood in Per un pugno di dollari, il film che gli diede gloria e riconoscibilità, alla ricostruzione delle scenografie di Carlo Simi, da rimandi e citazioni esplicitate in appositi schermi alle foto di scena nelle quali Leone mostra, nel dettaglio, agli attori come mettersi esattamente per ciascuna situazione, avvolti dalle straordinarie colonne sonore di Ennio Morricone, suo compagno delle elementari (con tanto di foto di classe in mostra). E poi la biblioteca privata di casa, la quadreria, che darà spunti per le immagini dei film, i contratti cinematografici e le sceneggiature originali, pezzi unici rilegati in marocchino rosso. Seguendo queste tracce, la mostra "C’era una volta Sergio Leone" sarà suddivisa in diverse sezioni: Cittadino del cinema, Le fonti dell’immaginario, Laboratorio Leone, C’era una volta in America, Leningrado e oltre, L’eredità Leone.

Related