Auguri a Nicola Piovani
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Auguri a Nicola Piovani

Compie oggi settant’anni Nicola Piovani che “di mestiere fa il Musicista (pianista, direttore d’orchestra, compositore di musica per il cinema e il teatro, di canzoni, di musica da camera e sinfonica)”, come si legge nella sua biografia ufficiale. Premio Oscar nel 1999 per la colonna sonora di La vita è bella, Piovani ha firmato anche le musiche di film di Fellini, Monicelli, Bellocchio, Tornatore, Moretti, Gigi Magni e dei fratelli Taviani.

Attivo anche come autore di canzoni, negli anni Settanta ha composto a quattro mani con Fabrizio De André gli album Non al denaro, non all’amore né al cielo e Storia di un impiegato. Nel 1995 ha scritto tre canzoni per il tour teatrale di Roberto Benigni, tra cui la fortunata Quanto t’ho amato. In un album di pochi anni fa, ha fatto cantare alcune delle voci più importanti della musica italiana, da De Gregori a Vittorio Grigolo, da Gianni Morandi a Gigi Proietti, da Benigni a Fiorella Mannoia e a Jovanotti.

Nicola Piovani è uno degli autori italiani più importanti degli ultimi decenni, un personaggio capace di muoversi su piani diversi, dal cinema al teatro, dalla musica colta alla commedia musicale fino al recupero della canzone romana, mantenendo sempre la sua identità sia sul piano creativo e musicale sia che si tratti di interventi sullo stato delle cose della cultura in Italia o di fare il presidente della giuria di qualità del festival di Sanremo. Con gli anni Piovani si è preso sempre di più il lusso – come lo definisce lui - di dedicarsi alla musica teatrale, al punto che lo spettacolo dal vivo impegna ormai la maggior parte del suo calendario.

Una vita e una carriera fatta di grandi incontri: un ruolo determinante l'ha giocato il particolare sodalizio con Roberto Benigni e Vincenzo Cerami, che lo ha portato alla vittoria dell’Oscar nel 1999. Poco tempo fa, in un'intervista, a proposito del tempo che passa, ha detto: "Un vecchio adagio popolare diceva: 'A ogni stagione la sua canzone'. E presentemente canto questa, che non mi dispiace affatto. E poi credo che lottare contro l'età che avanza seguendo ineluttabili leggi cosmiche sia ridicolo, oltre che inutile. Anzi, se mi guardo intorno, per alcuni mi sembra una vera fabbrica di rancorosa infelicità".

Nicola Piovani dal 2001 è Commendatore della Repubblica Italiana, su iniziativa dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, e nel 2008 è stato nominato Chevalier dans l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministro francese della Cultura, onorificenza conferita alle personalità che si sono distinte per le loro creazioni in campo artistico. Attualmente fa parte del Consiglio di Sorveglianza SIAE.

Related