APERTE LE ISCRIZIONI PER #IOLEGGOPERCHÉ, L’INIZIATIVA CHE FORMA NUOVI LETTORI
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

APERTE LE ISCRIZIONI PER #IOLEGGOPERCHÉ, L’INIZIATIVA CHE FORMA NUOVI LETTORI

Al via oggi la nuova edizione di #ioleggoperché, la grande iniziativa nazionale dell’Associazione Italiana Editori (AIE) che punta a formare nuovi lettori, rafforzando nella quotidianità dei ragazzi l’abitudine alla lettura grazie alla creazione e al potenziamento delle biblioteche scolastiche. In tre anni #ioleggoperché ha portato 650mila libri nelle scuole italiane.

L’edizione 2019 vede confermato il supporto di SIAE e la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con il Centro per il Libro e la Lettura, con l’Associazione Librai Italiani (ALI) e il Sindacato Librai e Cartolibrai (SIL), con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB).

Da oggi e fino al 20 settembre le scuole italiane (primarie, secondarie di primo e secondo grado e scuole d’infanzia) potranno iscriversi sulla piattaforma www.ioleggoperche.it che, successivamente, permetterà loro anche di raccontare le attività avviate grazie ai libri arrivati con il progetto.

Il sito diventerà un osservatorio delle attività avviate con i libri. Dalla fine del mese di aprile infine anche le librerie potranno iscriversi e da quel momento entreranno nella fase operativa i gemellaggi tra scuole e librerie.

Nella settimana dal 19 al 27 ottobre 2019 si chiederà a tutti gli italiani di acquistare in libreria un libro da donare per contribuire alla biblioteca di una scuola precisa, con cui la libreria è “gemellata”. Il libro sarà marchiato per sempre dal nome del donatore. Sarà possibile per le scuole anche iscriversi al concorso #ioleggoperché, e organizzare insieme alle librerie, durante i nove giorni di campagna in ottobre, un evento o un’attività in libreria.

AIE donerà altrettanti libri alle scuole partecipanti che ne faranno richiesta, fino ad un tetto massimo di 100 mila copie. Tale momento sarà preceduto e seguito - anche in concomitanza e collaborazione con “Libriamoci” del Centro per il libro e la lettura - dalla presenza nelle scuole di editori, autori, redattori per raccontare le professioni dell’editoria”.

"La partecipazione diffusa delle scuole - ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi – che ha coinvolto nella scorsa edizione 9.195 scuole in tutta Italia, pari a oltre 2milioni di bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni – è il primo grande tassello di un lavoro di squadra che, a partire dagli editori, coinvolge Istituzioni, biblioteche, media e privati cittadini per formare i lettori di domani”.

Related