Animaphix, quattro giorni con il cinema d'animazione a Bagheria
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Animaphix, quattro giorni con il cinema d'animazione a Bagheria

Arriva alla terza edizione il percorso di Animaphix - il Festival Internazionale del film d’animazione - verso nuove visioni del cinema d’animazione. Sarà ancora una volta Bagheria ad ospitare, da domani e fino al 30 luglio, la rassegna diretta da Rosalba Colla e sostenuta da SIAE, che trova spazio nella storica cornice settecentesca di Villa Cattolica, sede del Museo Guttuso.

Cuore del programma sarà il concorso Short Film Competition, sezione composta da 20 cortometraggi quasi sempre di produzioni indipendenti e provenienti da tutto il mondo. Ad aprire le danze il corto My Mamma is bossies (Sud Africa, 2017) di Naomi van Niekerk, un’anteprima nazionale come The Crossing (Australia, 2016) di Marieka Walsh, animazione in stop motion creata con sale e sabbia, e Broken - The Women’s Prison at Hoheneck (Germania, 2016) di Volker Schlecht e Alexander Lahl, altra anteprima nazionale, che racconta la storia di Gabriele Stötzer e Birgit Willschütz, prigioniere politiche a Hoheneck Castle.

Ospiti d’onore di Animaphix 2017 due maestri del cinema d’animazione, il polacco Piotr Dumała e lo svizzero Georges Schwizgebel, ai quali sarà dedicata una retrospettiva che aprirà le quattro serate del Festival.

Ad arricchire il programma, focus, masterclass, workshop e proiezioni per i bambini e le famiglie: alla Svizzera, un ampio spazio con una selezione di cortometraggi introdotti da Matilda Tavelli, direttrice del festival Animatou di Ginevra; alle generazioni in formazione sarà dedicata la sezione Future con un focus sul Centro Sperimentale di Cinematografia, a cura di Chiara Magri, coordinatrice del CSC di Torino (nella foto, Mamma mia di Francesca Marinelli, Milena Tipaldo | Italia | 2013 | 7’14’’).

Chiuderà il cartellone Confino di Nico Bonomolo, cortometraggio selezionato in diversi festival internazionali, inserito nella long list per i Premi Oscar 2018, candidato ai Globi d’Oro 2017 e vincitore del Premio per il miglior cortometraggio +18 e del Premio Amnesty International alla 47esima edizione di Giffoni Film Festival.

Related