ALL’HORROR “PIOVE” DI JACOPO DEL GIUDICE IL SOLINAS 2017 ALLA MIGLIORE SCENEGGIATURA
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

ALL’HORROR “PIOVE” DI JACOPO DEL GIUDICE IL SOLINAS 2017 ALLA MIGLIORE SCENEGGIATURA

Si è svolta ieri nell’ambito del MIA-Mercato Internazionale dell’Audiovisivo la manifestazione di premiazione Premio Franco Solinas 2017 dedicato alla Migliore Sceneggiatura. 

I 7 progetti finalisti - Body Odyssey di Grazia Tricarico, Marco Morana e Giulio Rizzo; Focolare di Pier Lorenzo Pisano; Io e il Secco di Michela Straniero e Gianluca Santoni; Le figlie di Coro di Lucrezia Le Moli e Amedeo Guarnieri; Luciangela di Maria Sole Limodio; Piove di Jacopo Del Giudice; Tutte le storie sono ninnenanne di Giulia Martinez - hanno partecipato al Cantiere delle Storie, tutorati dai Giurati della prima fase, e sviluppato la prima stesura della sceneggiatura.

Le sceneggiature sono state valutate da una giuria composta da Francesco Bruni, Claudio Cupellini, Filippo Gravino, Linda Ferri e Sandro Petraglia che hanno assegnato il premio, consistente in una borsa di studio di 9.000 euro, a Piove di Del Giudice “per il coraggio di affrontare il genere horror con un impianto metaforico lucido e universale, ma con un tono potentemente originale. L'incubo incalzante di una Roma periferica e profondamente vera, devastata da un diluvio che risveglia i traumi e le debolezze di 4 personaggi con i quali è impossibile non empatizzare. Un "horror dei sentimenti", senza precedenti nel nostro paese. Una storia estrema come è estrema la follia che racconta”

A Body Odyssey di Tricarico-Morana-Rizzo la Borsa di Studio Claudia Sbarigia (1.000 euro) dedicata a premiare il talento nel raccontare i personaggi e l’universo femminile, “per la capacità di raccontare una figura femminile originale e moderna, lontana da schemi già conosciuti e profondamente toccante nelle sue contraddizioni e fragilità. Mona, la protagonista di Body Odyssey, è un ritratto di donna volitiva e sensibile, che attraversa un suo personale calvario con la determinazione di un’eroina moderna in un racconto che ci auguriamo trovi il consenso di produzioni italiane ed estere”. Due menzioni speciali a Le figlie di Coro di Le Moli-Guarnieri e a Io e il Secco di Straniero-Santoni.

I premi sono stati consegnati da Danila Confalonieri, Responsabile Ufficio Promozione Culturale di SIAE, che mette a disposizione i Premi e le Borse di Sviluppo, alla presenza di Annamaria Granatello Presidente e Direttore del Premio Solinas e di Lucia Milazzotto Direttore del MIA.

Related