Al via a Roma gli Stati Generali della Fotografia
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Al via a Roma gli Stati Generali della Fotografia

Operatori, addetti ai lavori e ospiti internazionali avvieranno oggi una riflessione comune sul tema dell'immagine nel corso degli Stati Generali della Fotografia, organizzati a Roma dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo all’Istituto Centrale per la Grafica. Si terranno tre sessioni, dedicate rispettivamente alla conservazione e valorizzazione del patrimonio fotografico e storico contemporaneo, ai nuovi orizzonti digitali della fotografia professionale e alle strategie di governance delle realtà che operano nel settore.

L’appuntamento è nato per definire un piano di sviluppo per adattare l'intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore e per determinare nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale. I risultati della giornata saranno presentati il 5 maggio a Reggio Emilia, presso il Teatro Cavallerizza, in occasione della rassegna Fotografia Europea. "Il Ministero dei Beni Culturali ha tante strutture e istituti che si occupano attivamente di fotografia - ha dichiarato il ministro Dario Franceschini, che ha inaugurato gli Stati Generali - ma è mancato finora un disegno complessivo sullo sviluppo del settore, che dalla conservazione approdi alla digitalizzazione e all'arte contemporanea. Per questo, come in Francia, vogliamo creare una struttura che metta a sistema quello che c'è già e le novità. Gli Stati Generali della Fotografia saranno un momento fondamentale di confronto con l'obiettivo di definire un piano di sviluppo dell'intervento pubblico e creare nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale".

Per la prima volta un Ministero chiama a raccolta i protagonisti del mondo della fotografia (artisti, docenti, curatori, stakeholder) per scambiare esperienze e costituire una cabina di regia in stretta collaborazione tra pubblico e privato, affidata alla guida di Lorenza Bravetta. L'obiettivo è tutelare, valorizzare e diffondere la fotografia in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, strumento di memoria, di espressione e comprensione del reale, utile all'inclusione e all'accrescimento di una sensibilità critica autonoma da parte dei cittadini. Gli Stati Generali, dice Lorenza Bravetta, saranno "una chiamata generale a tutti gli addetti ai lavori. Un primo passo di un percorso in cui dare voce a tutti e capire quale può essere un piano di sostegno comune e concreto" in un settore finora "forse un po' bistrattato davanti a un patrimonio storico così immenso, ma dove l'Italia ha prodotto autori e opere di grandissima ricchezza".

Related