Ai Nastri d’Argento "Il traditore" di Bellocchio stravince
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Ai Nastri d’Argento "Il traditore" di Bellocchio stravince

Dopo il trionfo a Cannes, anche i Nastri d’Argento hanno confermato il successo del film di Bellocchio su Tommaso Buscetta: sette premi su undici nomination, compreso miglior film e miglior protagonista. Ha stravinto Il traditore alla serata dei Nastri d'Argento 2019 che si è svolta sabato scorso al teatro greco di Taormina. Il “miglior film” è stato premiato anche per la regia, la sceneggiatura, il montaggio, la colonna sonora, il miglior protagonista - Pierfrancesco Favino - e tra i “non protagonisti” Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane.

Tra gli attori il voto dei giornalisti ha premiato Anna Foglietta (migliore attrice protagonista per Un giorno all' improvviso), Marina Confalone (“non protagonista” per Il vizio della speranza) e Paola Cortellesi (migliore attrice di commedia per Ma cosa ci dice il cervello).

A Stefano Fresi (C'è tempo, L'uomo che comprò la luna, Ma cosa ci dice il cervello) premio per il miglior attore di commedia. La commedia vincitrice è Bangla dell’esordiente Phaim Bhuyian. Premio per la migliore canzone a Serena Rossi, Nastro speciale per Io sono Mia

Il Premio Nastri SIAE per la sceneggiatura giovane è andato a Giulia Steigerwalt (Croce e delizia, Il Campione) con una borsa di formazione per promuovere le sceneggiature dei giovanissimi talenti.

I Nastri 73, prodotti dal Sngci con il sostegno di SIAE, sono assegnati sulle uscite dell'annata 1° Giugno 2018-30 Maggio 2019 in un palmarès di oltre quaranta titoli candidati.

Curiosità: il riconoscimento al miglior cameo andato ad Adriano Panatta nella parte di se stesso ne La profezia dell'armadillo.

A tracciare un bilancio del voto è Laura Delli Colli, presidente del Sindacato nazionale Critici Cinematografici composto da Fulvia Caprara (vicepresidente), Oscar Cosulich, Paolo Sommaruga, Stefania Ulivi, Romano Milani (Segretario generale) e Franco Mariotti (Sindaco). Li affiancano nel Consiglio Nazionale con Titta Fiore e Maurizio Turrioni (rispettivamente delegati per l'area Sud e Nord del Sngci), Maurizio di Rienzo, delegato per documentari e cortometraggi, Fabio Falzone e Susanna Rotunno (tv) e Miriam Mauti (web). Del Consiglio fanno parte l'ex presidente Mario Di Francesco e Carlo Muscatello in rappresentanza della FNSI.

Related