Addio a Fabrizio Frizzi, protagonista garbato ed elegante della televisione italiana
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Addio a Fabrizio Frizzi, protagonista garbato ed elegante della televisione italiana

Sui quotidiani e sui social una voce unanime saluta Fabrizio Frizzi come il gentiluomo della televisione italiana, il volto garbato e sorridente che aveva abituato il pubblico a un intrattenimento mai volgare né rumoroso, onesto e rassicurante.

Nato a Roma il 5 febbraio 1958, Frizzi aveva appena compiuto sessant’anni, ed era iscritto a SIAE dal 1983.

A qualche mese fa risale il malore avuto negli studi del quiz L’eredità, poi il ritorno sul piccolo schermo, e questa mattina la notizia che il conduttore tanto amato dagli italiani è scomparso, per un'emorragia cerebrale, all’Ospedale Sant’Andrea a Roma.

In televisione dagli anni Ottanta, si fece conoscere con la trasmissione Il barattolo per poi passare al mitico Tandem dal 1982 al 1987. Di Pane e marmellata, ancora un contenitore per ragazzi, era stato co-conduttore con Rita Dalla Chiesa, poi diventata sua compagna di vita per dieci anni.

Dall’approdo in prima serata su RaiUno nel 1988 ha inizio una serie di successi: si fa l’abitudine alla sua presenza gentile e alla risata mai trattenuta, da Europa Europa a Donna sotto le stelle a Miss Italia, manifestazione condotta per diciassette edizioni. E poi Castrocaro, Saint Vincent, il pluripremiato Scommettiamo che?, La notte dei Telegatti, La partita del Cuore, Telethon, Domenica In e I fatti vostri, che tenne a battesimo nel 1990.

Nel 2002 si lega alla giornalista Carlotta Mantovan, che sposerà nel 2014. L'anno precedente era diventato papà di Stella. 

Ad alcuni programmi televisivi partecipò anche come concorrente, cimentandosi in Ballando con le stelle e nel Tale e quale Show, dove la sua performance nei panni di Piero Pelù fece scalpore. Uomo di spettacolo a tutto tondo, è stato anche doppiatore (è la voce di Woody, lo sceriffo di Toy Story), attore teatrale e di fiction, e interprete nel disco di Claudio Baglioni Q.P.G.A. con la canzone Tortadinonna o gonnacorta.

Dal 2005 è stato alla guida del format mattutino Cominciamo bene, e in seguito ha condotto il gioco a premi Soliti ignoti - Identità nascoste e La botola, nel prime time di RaiUno.

Infine L’eredità, alla cui conduzione entra nel 2014, e che diventa anche il testamento morale di un uomo di spettacolo che mancherà molto.

Related