45 mila artisti in 630 città: ecco la festa della musica per dare il via all'estate!
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

45 mila artisti in 630 città: ecco la festa della musica per dare il via all'estate!

Oggi torna protagonista la musica con più di 10.000 eventi in diversi luoghi pubblici: nei musei, nelle biblioteche, negli ospedali, nei parchi, nei giardini, nelle piazze, nelle case circondariali, negli archivi, nelle strade, nei palazzi storici, negli aeroporti, nei licei musicali e nei conservatori, così come negli istituti italiani di cultura all’estero.

È la Festa della Musica, che saluta l’arrivo dell’estate con oltre 45 mila artisti che si esibiranno nelle 630 città aderenti alla manifestazione in tutta Italia, in un’unica grande festa che rappresenta un vero e proprio momento di condivisione.

La Festa, che si tiene nel giorno del Solstizio d’Estate, ha come tema del 2019 la Musica Fuori Centro.

Alla conferenza stampa di presentazione del programma, che si può seguire qui anche nelle sue variazioni, sono intervenuti Roberto Vecchioni, testimonial della Festa della Musica 2019, Beatrice Covassi, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Giulio Mogol, Presidente di SIAE, che sostiene l’iniziativa, Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio Tre e Pier Luigi Dilengite, consigliere per le Fondazioni Lirico – Sinfoniche e per l’industria Musicale.

Quest’anno la Festa della Musica si avvale di un testimonial d’eccezione, il cantautore Roberto Vecchioni che, insieme all’Orchestra di Piazza Vittorio, si esibirà a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019.

La Festa della Musica è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dall’Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica, in collaborazione con la rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con SIAE, che quest’anno ha applicato ulteriori agevolazioni alle tariffe.

“Ci piace pensare che dove c’è Musica ci sia SIAE, e soprattutto che dove ci sono giovani che vogliono fare musica ci sia la possibilità di promuovere e proteggere il talento. Qui i giovani hanno l’opportunità di suonare, di condividere, di festeggiare e di farsi conoscere, affacciandosi da un palco che è l’Italia intera”, ha dichiarato il Presidente SIAE Giulio Mogol.

La musica sarà protagonista con più di 10.000 eventi in diversi luoghi pubblici: nei musei, nelle biblioteche, negli ospedali, nei parchi, nei giardini, nelle piazze, nelle case circondariali, negli archivi, nelle strade, nei palazzi storici, negli aeroporti, nei licei musicali e nei conservatori, così come negli istituti italiani di cultura all’estero.

Related