OGGI IN TUTTA ITALIA UN INNO ALLA GIOIA. BOSSO: "LA MUSICA CI SALVA LA VITA"
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

OGGI IN TUTTA ITALIA UN INNO ALLA GIOIA. BOSSO: "LA MUSICA CI SALVA LA VITA"

Dal jazz al soul, dalla musica da camera all’heavy metal, dalla classica al rock, dalla drum and bass alla musica barocca in costume, oggi tutta Italia si unisce al suono dell'Inno alla Gioia di Beethoven per la Festa della Musica.

“La musica è un valore, come disse Claudio Abbado la musica ci salva la vita. È un collante che migliora la nostra esistenza, il fondamento che migliora la società perché attraverso l'emozione ci spinge a evolvere'', ha detto il compositore e pianista Ezio Bosso, testimonial della Festa 2018, che oggi dirigerà al Teatro Romano di Fiesole l’Orchestra Giovanile Italiana della Scuola di Musica di Fiesole nell'esecuzione della Quinta Sinfonia e dell'Inno alla Gioia di Beethoven.

E' uno degli eventi del ricco calendario della Festa che coinvolge 9.000 musicisti in oltre 600 città italiane con concerti nelle piazze, nelle strade, nei parchi e luoghi d'eccezione tra cui 44 siti culturali del Mibact, 31 istituti di cultura italiana all'estero, 23 carceri, 22 aeroporti e numerosi ospedali. “Fare un concerto con i giovani è farlo con la società ideale. Spero che serva come stimolo a lavorare all'unisono per tutelare quel patrimonio salvaguardato dall'articolo 9 della Costituzione che è meraviglioso e mette insieme il paesaggio e il suono delle persone”, ha continuato.

“Rinnoviamo il nostro sostegno alla Festa della Musica con sempre maggiore convinzione ed entusiasmo: l’attenzione della Società Italiana degli Autori ed Editori verso il mondo della musica è totale, come dimostrano le decine di meravigliose iniziative che supportiamo e promuoviamo, con un occhio particolare a quei progetti che coinvolgono i giovani e il territorio. La Festa, che ogni anno celebra il solstizio d’estate all’insegna della gioia e della condivisione, risponde a tutte le caratteristiche che come SIAE difendiamo e valorizziamo. Consapevoli del fatto che la musica è un settore portante per la creatività e la cultura italiana, abbiamo confermato anche quest’anno tariffe particolarmente ridotte per incentivare i Comuni e gli organizzatori ad aderire alla Festa, a coinvolgere i giovani e a dar vita a quanti più concerti e spettacoli di musica dal vivo, nel rispetto del diritto d’autore che è un diritto del lavoro”, ha dichiarato Gaetano Blandini, Direttore Generale SIAE.

“La Festa della musica è meritoria perché interessa ogni genere musicale, mette a sistema i diversi attori del settore coinvolgendo chi crea, produce, interpreta la musica e ne tutela i diritti, offre ai giovani l'opportunità di far valere il proprio talento e entra nei luoghi in cui c'è disagio sociale, come carceri e ospedali, offrendo uno strumento importante di elevazione”, ha detto il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Alberto Bonisoli.

Moltissimi i luoghi coinvolti, dal Museo Archeologico di Cagliari alla Reggia di Caserta, dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze al parco Archeologico di Paestum, dal Museo Etrusco di Villa Giulia a Roma all’Archivio di Stato di Venezia, fino al Museo di Capodimonte di Napoli; ma anche ospedali, conservatori, biblioteche e in 25 case di reclusione/circondariali.

L’iniziativa è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, da SIAE e dall’AIPFM (Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica). 

Qui il calendario completo degli appuntamenti.

Related