MERCOLEDÌ LIVE e mioBorderò PER PROMUOVERE LA MUSICA DAL VIVO IN TUTTA ITALIA
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

MERCOLEDÌ LIVE e mioBorderò PER PROMUOVERE LA MUSICA DAL VIVO IN TUTTA ITALIA

Prosegue “Mercoledì Live”, l’importante iniziativa promossa da SIAE con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per sostenere la musica dal vivo su tutto il territorio nazionale e favorire le esibizioni live di cantautori e musicisti.

“Dopo una prima sperimentazione in Puglia, nella primavera dello scorso anno, e il confronto con alcuni operatori del settore avvenuto anche tramite l’intervento del Comune di Milano, il Consiglio di Gestione di SIAE ha deciso di allargare il progetto a tutto il territorio nazionale per i primi sei mesi del 2017, puntando su una tariffa forfettaria agevolata per gli eventi gratuiti organizzati nei pubblici esercizi, senza limitazioni di repertorio né di età per gli autori e i musicisti – spiega Filippo Sugar, Presidente di SIAE. - Il nostro obbiettivo è quello di incrementare il numero di eventi di musica dal vivo, legandoli alla promozione della compilazione e riconsegna online del programma musicale, attraverso la piattaforma mioBorderò, che consente una ripartizione più rapida e analitica del diritto d’autore”.

I “Mercoledì Live” puntano sulla semplificazione per ampliare la platea di organizzatori di spettacoli in aree non professionali (titolari di bar e ristoranti), superando la percezione di complessità ed onerosità legata all’allestimento di eventi musicali dal vivo in locali con capienza fino a 200 persone con ingresso gratuito del pubblico senza obbligo né maggiorazione del prezzo delle consumazioni.

La tariffa forfettaria prevista è di 25 euro più IVA, con una riduzione del 50% circa della tariffa media per questo tipo di intrattenimenti; gli organizzatori potranno richiedere il rilascio del permesso anche online. “Come SIAE crediamo molto in questa iniziativa. Per gli autori, soprattutto i più giovani, l’esibizione live rappresenta un’opportunità insostituibile per relazionarsi direttamente con il pubblico e far conoscere la propria musica – conclude Sugar. – Dopo i primi sei mesi di sperimentazione valuteremo se estendere il progetto anche ad altri periodi”.

Ad affiancare l’iniziativa c’è mioBorderò, che si inserisce all’interno di un importante piano di digitalizzazione per semplificare l’accesso ai servizi sia per gli associati che per gli utilizzatori. L’applicazione del borderò digitale di SIAE permette agli organizzatori e ai direttori di esecuzione di compilare e inviare il programma musicale in modo semplice e in pochi minuti, e alla Società di ripartire gli incassi più rapidamente e in analitico per ogni singola utilizzazione del repertorio.

Questa è la linea di una nuova SIAE: più digitale, più semplice, più trasparente.

 

Related