“PER IL CINEMA ITALIANO”: FINO AL 21 LUGLIO A SANTA CROCE IN GERUSALEMME
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

“PER IL CINEMA ITALIANO”: FINO AL 21 LUGLIO A SANTA CROCE IN GERUSALEMME

Fino al 21 luglio in Santa Croce in Gerusalemme, nell’area antistante la Direzione generale per il Cinema, si svolge la manifestazione “Per il cinema italiano”, promossa dal MiBACT e organizzata dal Centro Sperimentale di Cinematografia.

La rassegna, sostenuta da SIAE, rende omaggio ai diversi momenti del cinema italiano e si articola in tre sezioni.
In programma per la prima sezione - Il presente e il futuro del cinema italiano (fino al 6 luglio) - le proiezioni dei primi 6 saggi di diploma degli allievi della Scuola Nazionale di Cinema, introdotti dai direttori artistici di tutte le sedi del CSC. A seguire, 8 film italiani dell’ultima stagione, scelti e introdotti dal critico cinematografico Enrico Magrelli, assieme a grandi ospiti. Sarà infine proiettata la versione restaurata di Ultimo tango a Parigi  di Bernardo Bertolucci. 

Nella seconda sezione - La memoria e il futuro del cinema italiano, dal 7 al 13 luglio - ancora proiezioni, tra ulteriori 5 saggi di diploma degli allievi della SNC e 6 capolavori della storia del cinema, restaurati dalla Cineteca Nazionale.

In apertura, il 7 luglio, il Maestro Michael Nyman riceverà il diploma honoris causa del CSC, e musicherà i film muti presentati da James Joyce nel 1909 all’apertura del Cinema Volta di Dublino. Al termine della sezione si terrà la cerimonia di consegna dei diplomi agli allievi dei 9 corsi della sede di Roma del CSC. Saranno infine consegnati altri tre diplomi honoris causa: a Lina Sastri e a Fabrizio Gifuni in recitazione, e a Matteo Garrone in regia.
La terza sezione - Primo Piano sull’Autore: Il Cinema dei fratelli Taviani, dall’8 al 21 luglio - renderà omaggio ai due grandi maestri Paolo e Vittorio Taviani. Il tributo è a cura di Franco Mariotti e realizzato in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà. 

Oltre alle proiezioni cinematografiche, la rassegna propone una serie di appuntamenti: la mostra fotografica L’Italia Restaurata, a cura di Alberto Crespi, un racconto del ‘900 italiano attraverso immagini dei film dell’archivio della CN restaurati negli ultimi anni, nel porticato del Museo degli strumenti musicali; la mostra degli allievi dei corsi di costume e fotografia della SNC e la visita alla scenografia allestita per il set di Miseria e Nobiltà di Mario Mattoli, rivisitata in chiave caravaggesca dal corso di scenografia della SNC.

È previsto inoltre un calendario di esecuzioni di musica dal vivo che si terranno all’interno dell’area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme a cura del Museo degli strumenti musicali e dal Museo dei Granatieri di Sardegna. Nel corso della rassegna sarà possibile visitare entrambi i musei e la stessa area archeologica.

Qui il calendario completo della manifestazione.