È PARTITO IL CINEFURGONE DI "LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA": DA CATANIA A PARIGI CONTRO LE MAFIE
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

È PARTITO IL CINEFURGONE DI "LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA": DA CATANIA A PARIGI CONTRO LE MAFIE

È partita la carovana di Cinemovel Foundation, che per l’undicesimo anno promuove il cinema in luoghi sottratti alla mafia con il festival itinerante Libero cinema in libera terra, sostenuto da SIAE. Ieri l’inaugurazione a Trevico, città natale di Ettore Scola, occasione per un omaggio al Maestro, presidente onorario di Cinemovel, con la proiezione di Ridendo e Scherzando firmato da Paola e Silvia Scola.

Libero Cinema in Libera Terra viaggia con un furgone attrezzato con tecnologie digitali che consentono in poco tempo di allestire spazi cinematografici temporanei all’aperto, scegliendo luoghi simbolici dove montare schermo e proiettore a contatto con il pubblico nelle piazze, nei parchi, nelle periferie, nelle terre e nei beni confiscati ai mafiosi e propone per ogni tappa titoli di impatto, interesse e riflessione per il pubblico, per promuovere l’allargamento degli spazi democratici e la cultura della legalità. Il furgone percorre ogni anno circa diecimila chilometri, in media in 20 tappe – tra le quali quest’anno ci sono Trevico, Polistena, San Giorgio di Morgeto, Bronte, Catania, Reggio Calabria, Bitonto, Cerignola, Aversa, Assisi, Faenza e il Ferrara Festival Internazionale per concludere la sua traversata il 15 ottobre a Parigi - proponendo una selezione di titoli che affrontano con linguaggio innovativo temi legati alla legalità e alla difesa dei diritti umani.

L’edizione 2016 vede tra i titoli Fuocoammare di Gianfranco Rosi; Appena apro gli occhi di Leyla Bouzid; Lea di Marco Tullio Giordana; Redemption Song di Cristina Mantis; Due euro l’ora di Andrea D’ambrosio; Fiore di Claudio Giovannesi; Era d’estate di Fiorella Infascelli; Taxi Teheran di Jafar Panahi; Il bambino di vetro di Federico Cruciani; Bella e perduta di Pietro Marcello; Mediterranea di J. Carpignano; Ricordi del fiume dei fratelli De Serio.

Novità di quest’anno sono i due campi di Estate Liberi: “La sorpresa del cinema / Fare un Festival” è il campus che si terrà in Calabria e coinvolgerà i partecipanti nell’organizzazione di eventi culturali; “Ciak si gira” si terrà in Sicilia e vedrà i partecipanti impegnati nella realizzazione di cortometraggi.

Related