SIAE per Amatrice

LICENZA DELLA WEB RADIO

SIAE darà un contributo per finanziare il pagamento della licenza Web Radio di Amatrice che coprirà i prossimi 5 anni (2017/2021).

 

PROGETTO "INSIEME PER LA MUSICA" EDUCAZIONE E FORMAZIONE MUSICALE per scuole di I e II grado.

La sede, della scuola Musicale è andata totalmente distrutta nel sisma del 24 agosto 2016.

Il progetto ha un indirizzo prevalentemente bandistico e di conoscenza generale della teoria musicale e tenderà principalmente alla formazione specifica di alcune forme musicali di facile apprendimento.

Le lezioni verranno svolte in orario pomeridiano, due giorni a settimana. Verranno effettuate lezioni individuali e collettive e musica d'insieme.

Il contributo renderà possibile, l’acquisto di strumenti ed il compenso per gli insegnanti.

 

LICEO SCIENTIFICO TURISTICO INTERNAZIONALE

Contributo finalizzato a borse di studio per consentire agli studenti meritevoli e meno abbienti di fare degli stage all’estero. 

 

“AMATRICE NEL CUORE”

27 Agosto 2017 località Cardito

Luca Barbarossa ha aderito immediatamente e con entusiasmo alla possibilità di essere l’anima artistica e organizzativa di una giornata di musica dedicata ad Amatrice presso la località Cardito, a circa 10 km dalla città.

Il 27 Agosto, sono stati ospiti i seguenti Artisti: Luca Barbarossa, Carmen Consoli, Irene Grandi, Mannarino, Gianni Morandi, Tosca, Social Band

 

CINEMA AL PALAZZETTO DELLO SPORT (formazione operatori)

Progetto-ponte Cinema al Palazzetto dello Sport (in attesa di quello definitivo curato da Raoul Bova). ANICA e Centro Sperimentale hanno realizzato l’allestimento all’interno del palazzetto e la fornitura di film. Il contributo SIAE è servito per due contratti a progetto, come operatori cinematografici /proiezionisti a favore di due ragazzi di Amatrice, Francesco D’Alessandro e Federico Valentini. I ragazzi sono formati e contrattualizzati dal Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

CINEMA PARADISO DI AMATRICE

SIAE ha provveduto, sia per il 2017 che per il 2018, a far montare una tensostruttura per permettere agli abitanti di Amatrice di continuare a godere del cinema anche in una situazione di disagio come quella del post sisma.

 

SIAE per l’Aquila

 

2019 - IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA (AQUILA JAZZ)

Data: 27 agosto – 1 settembre 2019

Il progetto parte dalla solidarietà che il mondo del jazz ha voluto dedicare alle terre duramente colpite dal sisma ed in particolare all’Aquila, di cui quest’anno ricorre il decimo anniversario.

Anche nel 2019 la manifestazione si struttura in quattro giornate di grande musica e eventi legati alla valorizzazione dei territori colpiti dal sisma che, come da tradizione, culmineranno nel grande evento finale all’Aquila. Si inizierà il 27 agosto con concerto serale a Camerino (Rocca Borgesca), proseguendo poi nei giorni successivi con concerti in Umbria e ad Amatrice, dove ci sarà anche il coinvolgimento del Corpo Bandistico di Accumoli e della Banda di Paganica.

Il 1 settembre all’Aquila saranno oltre 150 i musicisti coinvolti in oltre 10 location sparse in tutto il centro storico della città, con un totale di oltre 50 concerti. A unire idealmente il programma musicale, saranno organizzati, a partire dal 28 agosto e per tutti i giorni precedenti alla maratona aquilana, degli eventi culturali diffusi in tutti i territori coinvolti che andranno a sostenere l’impianto di rete dell’intera progettualità.

 

2018 - IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA (AQUILA JAZZ)

Data: 30 agosto – 2 settembre 2018

Sulla base del successo conseguito negli anni precedenti e come avvenuto già per l’edizione 2017 la manifestazione, ideata da Paolo Fresu nel 2015 a sostegno della città dell’Aquila colpita dal terremoto, toccherà anche le altre regioni colpite dal sisma. Il progetto riconferma la grande maratona aquilana per la domenica 2 settembre con oltre 600 musicisti e oltre 100 concerti dalle ore 12 del mattino fino a notte fonda aggiungendo però una serata di musica ad Amatrice la sera del 01 (in quella occasione sarà posata la prima pietra del Teatro/Centro polifunzionale che inizierà la sua costruzione in sinergia con il mondo del cinema e del teatro) oltre a due altre giornate tra Camerino e Scheggino.

 

2017 - IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA (AQUILA JAZZ)

Data: 31 agosto – 3 settembre 2017

Nell’ambito del sostegno SIAE per il progetto Jazz Italiano per l’Aquila, ideato da Paolo Fresu e arrivato alla terza edizione, per quest’anno, come nel 2015, verrà realizzata una grande maratona aquilana per domenica 3 settembre. La giornata di musica coinvolgerà oltre 600 musicisti e 100 concerti dalle ore 12 del mattino fino a notte fonda.

Al progetto si aggiungeranno per quest’anno altre tre date nei territori colpiti dal sisma: il 31 agosto a Scheggino, il 1 settembre a Camerino e il 2 settembre ad Amatrice.

 

2016 - IL JAZZ ITALIANO PER AMATRICE

Data dal 2 al 4 settembre 2016

A seguito del terremoto del 24 agosto 2016, “Il Jazz Italiano per l’Aquila”, iniziativa sostenuta e promossa per il secondo anno consecutivo dal MIBACT e realizzato da Associazione I-Jazz, unitamente a MIDJ (Musicisti italiani di Jazz) e a Casa del Jazz, è diventato per questa edizione “Il Jazz Italiano per Amatrice e per gli altri territori colpiti dal sisma”. La grande maratona del jazz che ha visto anche quest’anno oltre 700 artisti impegnati, si è spostata a Roma e in altre città italiane per concludersi con un grande concerto serale a L’Aquila di fronte la Basilica di Collemaggio, al termine di una giornata di solidarietà nazionale. Il contributo di SIAE ha visto un sostegno economico di 30.000 Euro, oltre alla donazione di materiale pubblicitario e aiuto organizzativo.

 

2015 - IL JAZZ ITALIANO PER L’AQUILA

Data 6 settembre 2015

"Il Jazz italiano per L'Aquila", concerto solidaristico jazz per non dimenticare e continuare a lavorare per la ricostruzione della città. L’evento è stato promosso dal Comune dell’Aquila, MIBACT, I-Jazz, MIDJ, con il supporto di SIAE e sotto la direzione artistica di Paolo Fresu. L’iniziativa ha coinvolto 600 jazzisti per 100 concerti: maratona di gruppi, solisti, marching band, studenti dei conservatori e delle scuole di musica per richiamare l’attenzione sulla città.  La manifestazione ha raccolto più di 60.000 presenze: una grande mobilitazione di tutto il jazz italiano per animare con i suoni del jazz il centro storico della città in ricostruzione e contribuire nell'opera di sensibilizzazione indirizzata ad accelerare i tempi della ricostruzione dell'Aquila.  Grazie al sostegno della Società Italiana degli Autori ed Editori, l'iniziativa è passata alla storia come uno dei momenti jazzistici più ricchi e importanti che abbia mai avuto il nostro Paese.

 

SIAE per le Marche

 

RISORGI MARCHE 2019

Data: 1 luglio – 2 agosto 2019

Anche per il 2019 il programma prevede anche per la nuova edizione 10 concerti pomeridiani gratuiti da tenersi nel periodo giugno/ agosto nei luoghi del terremoto, in scenari montani immersi nella bellezza della natura marchigiana. RisorgiMarche ha l’ambizione di determinare l’inizio di una rinascita delle comunità e del turismo culturale. Nasce come Festival ecosostenibile, a basso impatto ambientale, senza palchi e luci artificiali, con gli artisti a diretto contatto con il pubblico, che raggiungerà i luoghi dei concerti dopo aver percorso alcuni chilometri a piedi o in bicicletta.

 

RISORGI MARCHE 2018

Data: 1 luglio – 2 agosto 2018

Il Festival RisorgiMarche, ideato nel 2017 da Neri Marcorè, nasce sotto il segno della solidarietà con le comunità ed i comuni marchigiani colpiti dal sisma, con l’obiettivo di rilanciare tutto il territorio attraverso la musica. Il programma conferma per il 2018 la formula della prima edizione, proponendo concerti pomeridiani gratuiti nei luoghi del terremoto, in scenari montani immersi nella natura marchigiana.

 

RISORGI MARCHE 2017

Data: 25 giugno – 3 agosto 2017

Il Festival RisorgiMarche, ideato da Neri Marcorè, nasce sotto il segno della solidarietà con le comunità ed i comuni marchigiani colpiti dal sisma, con l’obiettivo di rilanciare tutto il territorio attraverso la musica. Il programma prevede 13 concerti pomeridiani gratuiti da tenersi nel periodo Giugno/ Agosto 2017 nei luoghi del terremoto, in scenari montani immersi nella natura marchigiana. Tra gli artisti: Niccolò Fabi, Malika Ayane, Paola Turci, Bungaro, Samuele Bersani,

Fiorella Mannoia, Luca Barbarossa, Francesco De Gregori.

 

SIAE per Norcia

 

WEB RADIO NORCIA

L'Istituto di Stato per la Cinematografia e la TV "Roberto Rossellini" si sta occupando del coordinamento delle di RADIO ROSSINI e RADIO NORCIA NEL CUORE, danneggiate dal terribile sisma dell’Italia Centrale; grazie al contributo triennale di SIAE le radio potranno continuare la loro attività senza oneri aggiunti.

 

EVENTI SPECIALI

 

FONDAZIONE ANDREA BOCELLI

Presso la località di Sarnano, la Fondazione Andrea Bocelli, si impegna a ricostruire l’Istituto comprensivo “G. Leopardi” che è stato distrutto dal terremoto nel 2016. All’interno del nuovo Istituto Comprensivo sarà costruito un laboratorio di musica destinato agli studenti.

 

Importo contributo SIAE: 50.000 Euro

 

AVRAI - Un Concerto Speciale Di Beneficienza

17 dicembre 2016 ore 20.30 aula Paolo VI Citta' del Vaticano

 

In occasione del 200° anniversario della Gendarmeria Vaticana, il Comandante del Corpo Dott. Domenico Giani ha annunciato il progetto AVRAI di Claudio Baglioni, il concerto-evento che si è tenuto il 17 dicembre 2016   nell'Aula Paolo VI. La manifestazione aveva due importanti fini benefici: il primo, nato la scorsa primavera su indicazione di Papa Francesco, si identifica in un programma di aiuti all'ospedale di Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, colpita da anni da una intestina guerra civile placatasi con la storica visita di Papa Francesco che ha portato all’elezione di un Presidente e ad una pace che si prospetta duratura. Gli aiuti saranno destinati per la formazione di medici, la scuola di specializzazione in pediatria e la costruzione dei padiglioni attraverso l’Ospedale Bambino Gesù. Il secondo, a seguito del sisma del 24 agosto che ha colpito le zone della Valle del Tronto, si rivolge, con un prospetto di soccorso a quelle popolazioni.