International Collaborations

Armonia è un Gruppo di Interesse Economico, creato il 30 aprile 2013 da un’iniziativa della SACEM, della SGAE e della SIAE per semplificare il rilascio di licenze pan-Europee, offrendo un singolo hub per l’utilizzazione dei repertori da esse rappresentati, in linea con gli obiettivi di trasparenza ed efficienza richiesti dalla Direttiva 2014/26/UE dell’Unione Europea sulla gestione collettiva dei diritti. Armonia costituisce un polo di attrazione anche per altre società europee: hanno successivamente aderito al Gruppo Artisjus (Ungheria), SABAM (Belgio), SUISA (Svizzera) e SPA (Portogallo). Inoltre, nel quadro di Armonia, SACEM amministra i diritti online di UMPI e Wixen, mentre SGAE amministra i diritti online di Sony Atv Latino. 

Grazie all’aggregazione dei numerosi repertori amministrati, indispensabili per servizi online e mobile, Armonia offre agli utilizzatori la possibilità di ottenere in modo più semplice licenze multiterritoriali per utilizzare oltre 12 milioni di opere. Le società partner hanno firmato accordi di licenza con Youtube, Google, Beatport, Deezer e Guvera. Alcuni contratti si estendono anche a paesi del Medio Oriente, della penisola arabica, dell’Africa e del subcontinente indiano. 

A partire dal 2014, Armonia ha dato il via a un progetto di back office per ottimizzare la gestione dei  diritti online e assicurare il rispetto puntuale delle condizioni di licenza. Il progetto è realizzato dalla società spagnola BMAT.

Fast Track è la società che fornisce la tecnologia più utilizzata alla base delle soluzioni di scambio dati relativi alle opere musicali, mediali e dell’industria dell’intrattenimento. La necessità di un sistema nuovo di scambiare e reperire informazioni e catalogazioni univoche riguardo le opere dei repertori internazionali nasce dalla crescita esplosiva dei meccanismi di digital delivery e dalla rapidissima espansione dei repertori musicali tra i paesi. Nel corso del tempo Fast Track ha fornito soluzioni tecniche a tutte le principali banche dati internazionali, in primis con CIS-net, il servizio della comunità CISAC che attualmente archivia milioni di opere, e poi con il lavoro a supporto di GRD e ISWC, standard ISO tramite il quale è possibile identificare univocamente un’opera musicale in tutto il mondo.