Press  |  U.R.P.  |  Come fare per ...  |  Modulistica  |  Uffici SIAE  |  Domande e Risposte  |  Cerca  |  Link  |  Contatti  |  Credits 
 HomePage   Biblioteca giuridica   Come associarsi   Edicola 
Per chi utilizza le opere

versione per la stampa

Esecuzioni Pubbliche

  1. Vorrei installare un videoregistratore nella sala di attesa di uno studio professionale. Sono dovuti i compensi per diritto d'autore?

    Sì, poiché si tratta di pubblica esecuzione. I diritti sono corrisposti forfetariamente, stipulando un abbonamento presso l'Ufficio SIAE competente per il territorio.

  2. Per esigenze didattiche, vorrei far vedere in classe ai miei studenti delle videocassette. Sono dovuti i compensi per diritto d'autore?

    No, purché la visione sia riservata esclusivamente agli studenti e sia a titolo assolutamente gratuito.

  3. Se ascolto musica dal mio CD portatile devo pagare i diritti alla SIAE?

    No, poiché si tratta di ascolto privato.

  4. Nella nostra azienda intendiamo installare un centralino telefonico con attesa musicale. Sono dovuti i compensi per diritto d'autore?

    Sì. E' dovuto un compenso forfetario in abbonamento, che varia in base al numero di linee utilizzate.

  5. Durante il mio pranzo di nozze, nel ristorante, vorrei ascoltare della musica. Devo pagare la SIAE?

    Si, perché l’esecuzione avviene in luogo pubblico.

    I compensi dovuti per l'utilizzazione di brani musicali nel corso di feste private (matrimoni, battesimi, compleanni ecc.) sono differenziati a seconda che il trattenimento avvenga con o senza festa da ballo. Gli importi sono calcolati in misura forfetaria in base al numero degli invitati e della categoria del locale dove avviene il ricevimento.

  6. In un circolo privato vorrei installare degli apparecchi musicali e vorrei organizzare delle manifestazioni riservate ai soci. Sono dovuti i compensi per diritto d'autore?

    Sì. Gli accordi stipulati con l'Associazionismo nazionale prevedono specifici compensi ridotti, che variano a seconda del numero dei soci e, in caso di installazione di apparecchi musicali, anche del tipo di apparecchio installato.

  7. Vorrei organizzare una manifestazione musicale a scopo benefico. Devo corrispondere comunque i diritti alla SIAE?

    Si: il diritto d’autore è un diritto privato e costituisce il compenso dovuto all’autore per l’utilizzazione delle sue opere.

    La beneficenza è un atto di liberalità e, proprio per questo, non può essere un obbligo a carico degli autori delle opere dell’ingegno.

    Tuttavia, la legge sul Diritto d'Autore (art. 15 bis L. 633/41), prevede che agli autori spetti un compenso ridotto quando l'utilizzazione delle loro opere avvenga “nella sede dei centri o degli istituti di assistenza formalmente istituiti nonché delle associazioni di volontariato, purché /le esecuzioni o le rappresentazioni siano/ destinate ai soli soci ed invitati e sempre che non vengano effettuate a scopo di lucro”.

  8. Devo rappresentare uno spettacolo di prosa con delle utilizzazioni di brevi composizioni musicali. Devo corrispondere i diritti per ogni brano eseguito?

    Per le "musiche di scena" il diritto d'autore viene calcolato (a prescindere da quanti brani vengono eseguiti) in misura percentuale sull'incasso realizzato, oppure in misura forfetaria nel caso in cui lo spettacolo sia gratuito. E' prevista, tuttavia, l'applicazione di una percentuale ridotta se la durata complessiva della musica non supera i 4'.

  9. Devo organizzare un concerto con brani di autori deceduti da più di 70 anni. Devo pagare il diritto d'autore?

    No, purché i brani non siano stati composti con la collaborazione di altri coautori ancora tutelati, oppure siano eseguiti nella versione originale e non in una versione rielaborata da un compositore ancora tutelato.

  10. Per utilizzare il testo di una canzone tutelata devo corrispondere i diritti d'autore e richiedere qualche permesso?

    Se l’utilizzazione consiste nella stampa del testo (in antologie, riviste ecc...) occorre richiedere l’autorizzazione all’editore o, eventualmente, direttamente all’autore.

    Se si vuole utilizzare il testo in forma recitativa, deve essere richiesta la specifica autorizzazione alla SIAE e deve essere corrisposto il diritto d’autore.

  11. Sono un imprenditore e vorrei inserire una specifica musica d’attesa nel centralino telefonico per abbinarla alla denominazione della mia azienda ovvero ad un mio marchio. Cosa devo fare?

    Nel caso in cui venga scelto un brano musicale tutelato per l’ abbinamento stabile nel messaggio telefonico ad una Ditta, denominazione sociale o ad un marchio, l’utilizzatore deve in primo luogo dotarsi dell’autorizzazione preventiva degli aventi diritto dell’opera (editore/autori). Una volta in possesso della suddetta autorizzazione e preventivamente all’utilizzazione, l’interessato deve recarsi al punto territoriale Siae per il pagamento dei compensi in abbonamento.

 
Codice Fiscale e numero di iscrizione alla CCIAA: 01336610587 - Partita IVA 00987061009 - Iscrizione al REA 840555
S.I.A.E. - Tutti i diritti riservati